Lo scooter elettrico 4×4 per gli escursionisti

Lo scooter elettrico 4×4 per gli escursionisti

Grazie all’evoluzione della tecnologia, anche nel campo dell’E-Health, molte cose che, solo una decina di anni fa, sarebbero state impensabili da usufruire da parte dei disabili, stanno diventando a portata di mano per tutti.

Il mondo stesso sta mostrandosi, finalmente, sempre più accessibile.

E se, oggi, è diventato abbastanza semplice interagire con gli spazi di casa, essere più indipendenti anche grazie a scooter e a strumenti simili per il tempo libero e il movimento, anche le escursioni in posti, fino ad ora, impossibili da raggiungere per chi ha difficoltà motorie o si sposta in carrozzina, sono diventate una realtà.

Come?

Grazie a uno scooter elettrico 4×4, una Off-Road Wheelchair, un gioiellino uscito fuori… da uno studente della Florida.

L’idea del mezzo 4×4

Online si trovano numerose proposte per questo tipo di mezzo, ma l’incentivo definitivo è arrivato da uno studente di ingegneria della University of South FloridaTravis Watkins.

Il suo professore aveva dato come compito la realizzazione di qualcosa che potesse tornare utile in tema disabilità e Travis, pensando alle difficoltà incontrate ogni giorno dal padre, affetto da  sclerosi laterale amiotrofica, ha progettato, così, questa carrozzina 4×4, strabiliando tutti, professore incluso.

Ecco perchè la naturale evoluzione della vicenda ha portato ad un lancio commerciale di questo mezzo proprio tramite la Rehab Ideas, la società, guidata dallo stesso Professor Sundarrao di Travis.

In Italia

Anche in Italia ci sono strutture che offrono questo tipo di equipaggiamento, anche se sono ancora piuttosto rare. Per averne la piena certezza è sempre meglio informarsi a priori, prima di prenotare qualunque escursione o vacanza.

Un parco, però, dove sicuramente tutto questo è già possibile è il Montepizzo Adventure Park, che abita una delle vette dell’Appennino Tosco-Emiliano. Qui divertimento e avventura sono garantiti per tutti, inclusi i disabili.

All’interno, infatti, si riscontra non solo una navetta safari adibita anche per il transito dei disabili, ma anche la presenza di queste carrozzine 4×4, pronte ad offrire percorsi entusiasmanti e incredibili anche per chi ha handicap motori. Ma non solo. I sentieri sono forniti di segnaletica, con illustrazioni e indicazioni in braille per i non vedenti, arrivando addirittura, tra panorami e picnic, ad offrire un percorso Treeclimbing, in verticale sugli alberi, anche a chi si sposta in carrozzina.

Un posto incredibile e sicuro, non solo per la presenza di vigilanza, assistenza attenta e personale qualificato, ma anche grazie alla presenza di personale addestrato dalla Croce Azzurra e della Protezione Civile.

Insomma, un paradiso dove concedersi un po’ di svago senza le preoccupazioni quotidiane e con la completa sensazione di sentirsi coccolati, al sicuro, indipendenti e liberi, qualunque condizione di vita si viva.

Authored by: Simona Vitagliano

Uso le parole come fossero numeri e i numeri come fossero parole. Blogger, Copywriter, Editor freelance. Tutor di Matematica e Fisica.

Lascia un commento