Il cinema anche per i non udenti con una app: Movie Reading

Il cinema anche per i non udenti con una app: Movie Reading

Gli smartphone hanno sicuramente avuto un impatto importante sulle nostre vite: se da un lato vediamo troppi ragazzini (ma anche adulti) incollati con gli occhi su uno schermo che li allontana dalla realtà vera del contatto umano, fisico e verbale, dall’altro non possiamo fare a meno di elogiare i benefici che stanno apportando nel campo della tecnologia, della reperibilità, dell’immediatezza e della disabilità.

Abbiamo parlato di BMap e della possibilità di restare informati sui Bancomat accessibili e di Aipoly, un software che permette ai non vedenti e ai daltonici di individuare oggetti e colori, nel mondo esterno, con grande facilità.

Oggi, invece, ci soffermiamo su un’altra applicazione, Movie Reading, pensata per i non udenti: questa app, infatti, consente di vivere le emozioni del cinema attraverso una schermata contenente i dialoghi, in caricamento sincronizzato con le immagini del film.

Come funziona?

Movie Reading è abilitata per scaricare, in brevissimo tempo, i sottotitoli di un film, accedendo alla sezione My Movies.

La vera chicca è la sincronizzazione con l’audio del film, che avviene grazie ad un piccolo microfono che è in grado di “ascoltare” la pellicola in onda in sala.

Sono stati realizzati, inoltre, degli occhiali speciali, in collaborazione con EPSON, che consentono non solo la lettura dei sottotitoli, in contemporanea alla visione del film, ma anche di proiettare video per persone non udenti!

Stefano Zanoletti, presidente dell’Ente Nazionale Sordi di Bergamo, se n’è detto entusiasta.

Progetti per i non vedenti

Per chi ha difficoltà con la vista, una realtà concreta sono gli audiofilm: un ramo che sta espandendosi e migliorando sempre più, dando la possibilità di raccontare ai disabili anche film complessi, descrivendone, nei dettagli, tutte le scene. Una possibilità offerta anche dalla stessa Movie Reading, in grado di fornire in cuffia l’audio-descrizione dei film, e dalla Rai, impegnata nella distribuzione di un servizio pubblico che garantisca programmi sottotitolati e le audio-descrizioni degli show più seguiti.

 

Authored by: Simona Vitagliano

Uso le parole come fossero numeri e i numeri come fossero parole. Blogger, Copywriter, Editor freelance. Tutor di Matematica e Fisica.

There is 1 comment for this article
  1. Pingback: Color Binoculars: l’app che aiuta i daltonici – Ausili Anziani Disabili

Lascia un commento